Migliorare l'efficienza energetica

La certificazione energetica degli edifici è una procedura che attesta, tramite l'Attestato di Certificazione Energetica, il rendimento energetico di un edificio al fine di ridurre i consumi di energia e di minimizzare gli effetti negativi dell'attività umana sull'ambiente, rendendo il nostro sviluppo sostenibile.

La certificazione energetica è anche da intendersi quale strumento per la trasparenza del mercato immobiliare così che il futuro acquirente, ricevendo la certificazione energetica dal venditore, possa sapere con precisione l’effettivo valore di consumo dell’immobile che è in procinto di acquistare.

Pertanto gli obiettivi della certificazione energetica degli edifici sono quelli di

  • migliorare la trasparenza del mercato immobiliare fornendo agli acquirenti ed ai locatari di immobili un'informazione oggettiva e trasparente delle caratteristiche e delle spese energetiche dell’immobile.
  • informare e rendere coscienti i proprietari degli immobili del costo energetico relativo alla conduzione del proprio “sistema edilizio” in modo da incoraggiare interventi migliorativi dell’efficienza energetica della propria abitazione.
  • consentire agli interessati di ottenere dal fornitore/venditore di un immobile informazioni affidabili sui costi di conduzione e valutare pertanto se gli conviene spendere di più per un prodotto migliore dal punto di vista della gestione e manutenzione.
  • consentire ai proprietari che apportano miglioramenti energetici importanti ma poco visibili, come isolamenti termici di muri, tetti, etc., di veder riconosciuti i loro investimenti.

L'Attestato di Certificazione Energetica deve essere messo a disposizione in fase di costruzione, compravendita o locazione ed in esso devono essere riportati i “dati di riferimento che consentano ai consumatori di valutare e raffrontare il rendimento energetico dell’edificio” e le “raccomandazioni per il miglioramento del rendimento energetico in termini di costi-benefici”.

Il suo ruolo è quindi fondamentale poichè permette all’utente di capire in che modo l’edificio è stato realizzato sia dal punto di vista dell’isolamento sia dal punto di vista della coibentazione, sensibilizzandolo ad un maggior risparmio energetico. Inoltre, il certificato energetico, così come previsto dalla Direttiva europea 2002/91/CE, indica non solo il valore energetico dell’immobile ma anche gli eventuali interventi migliorativi dell’impianto termico.

Nel certificato energetico sono indicati altresì i dati del proprietario dell’immobile e dell’edificio, i dati catastali e quelli del soggetto certificatore, una mappa satellitare dell’edificio realizzata attraverso Google Maps, la classe energetica alla quale appartiene l’immobile, le caratteristiche dell’impianto termico, le eventuali note e il timbro e la firma del soggetto certificatore.

La certificazione energetica è un documento obbligatorio da allegare all'atto notarile in caso di trasferimento a titolo oneroso dell'immobile (compravendita) e, dal 1 luglio 2010 la certificazione energetica è obbligatoria anche in caso di affitto dell'appartamento o del locale oggetto di certificazione.

Attestato di Certificazione Energetica - Che cos'è ?

Attestato e Classi di appartenenza - Certificatore energetico

TOP
Contatore visite gratuito